MOBILE PAYMENT: CRESCONO I SERVIZI

MOBILE PAYMENT: CRESCONO I SERVIZI

Il mobile payment è in espansione, questo è quanto emerge da un documento pubblicato dalla GFT, azienda per i servizi del settore finanziario, nel quale si delineano le linee dello sviluppo del settore del Mobile Payment a livello internazionale..

Fino a qualche anno fa le soluzioni di Mobile Payment, ossia dei pagamenti in mobilità non erano molto utilizzate per i bassi livelli di sicurezza.

Oggi, con l’introduzione dei sensori per il riconoscimento delle impronte digitali sugli smartphone di ultima generazione, è stato possibile fare passi da gigante proprio nel mondo del pagamento “mobile”.

Password e PIN sono state sostituite dall’alternativo e più sicuro riconoscimento biometrico introdotto per la prima volta da Apple con i propri Touch ID sul tasto Home dell’iPhone già nel 2013.

Da allora tutti i maggiori produttori di smartphone lo hanno aggiunto nei propri nuovi dispositivi e il pagamento tramite riconoscimento dell’impronta digitale è divenuto uno dei metodi più sicuri ed anche decisamente comodi.

Grazie a questi sviluppi tecnologici, i servizi di Mobile Payment continuano ad aumentare in maniera esponenziale in tutto il mondo, con l’ Europa che presenta realtà fortemente all’avanguardia come il  Regno Unito, la Spagna e addirittura l’Italia.

Da non sottovalutare alcune realtà emergenti che si stanno facendo avanti. In questo caso consideriamo l’Asia e alcune regioni dell’Africa dove il mobile payment sta muovendo i suoi primi passi. Un successo se si pensa che in questi luoghi anche solo il possesso di un conto corrente risulta un’eccezione.

Oltretutto il mercato dell’Eurozona nei prossimi anni sarà occupato dall’introduzione dei nuovi servizi di “instant payment”, ossia quei pagamenti denominati “in tempo reale”.

In questo senso con l’attuazione della Direttiva Europea sui Servizi di Pagamento, denominata PSD2, le imprese dovranno garantire che i fornitori di terzi abbiano libero accesso ai conti dei clienti determinando in tal senso un vero e proprio cambiamento epocale per la protezione del rapporto con il cliente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *