Lenovo Zuk Z2

Lenovo Zuk Z2 non è certo uno smartphone nuovo. il lancio sul mercato risale ad inizio giugno 2016 e dunque è uno smartphone che oggi ha oltre 6 mesi di vita. Non si può certo considerare vecchio ma non è neanche un device di ultima generazione. Zuk Z2 è però un prodotto unico nel panorama Android in quanto incarna alla perfezione l’oggetto del desiderio dei tantissimi appassionati di tecnologia e utenti smanettoni.

I motivi li spieghiamo in questa “recensione” un po’ diversa dal solito e con un taglio più “geek”.

La risposta potrebbe sembrare scontata visto il prezzo di 160€ a cui si trova oggi facilmente e l’hardware di cui è dotato. In realtà i motivi sono di più di quanto ci si possa aspettare da un prodotto cinese, non venduto nel nostro mercato e sul quale è necessario fare un po’ di aggiornamenti manuali per poterlo realmente sfruttare.

Di smartphone con ottimi hardware a prezzi inferiori ai 200€ acquistabili in Cina è pieno il mondo ma questo Zuk Z2 è il telefono Android più bilanciato oggi disponibile sul mercato. Snapdragon 820, 4GB di RAM, 64GB di memoria interna non espandibile, Dual SIM, Display da 5 pollici Full HD che lo rende compatto e piacevole da utilizzare quotidianamente e una batteria da 3500mAh sono dati che non possono lasciare indifferenti e che non si trovano, tutti insieme, in nessun altro telefono.

È l’equilibrio dei componenti, la scelta di un display piccolo ma con ottima risoluzione, il voler evitare spessori minimi per integrare una grande batteria, la scelta di utilizzare un tasto frontale con tutte le funzionalità possibili ed immaginabili, oltre che programmabile e la cornice nera intorno allo schermo sottile abbastanza da non essere brutta anche nella colorazione bianca che abbiamo scelto, che lo rendono amabile.

A questo si aggiunge una scocca in policarbonato ma dura, ben assemblata, solida che da un senso di robustezza non comune. Non manca la USB Type-C, ok 2.0 ma ci si può accontentare. Tutto questo basterebbe già per giustificare i 160€ di spesa che, ricordiamo, sono comprensivi di dogana e spedizione e dunque non avrete altre spese.

Avendo esperienza con i “cinesi”, avere hardware eccellente non equivale ad eccellenti prestazioni visto che è il software che fa la differenza. Zuk Z2, essendo un prodotto Lenovo, parte sicuramente avvantaggiato e ci si aspetta indubbiamente una migliore ottimizzazione.

La realtà dei fatti è che il sistema, basato su Android marshmallo 6.0.1, è praticamente perfetto. In questi giorni di test non ho visto un crash, un rallentamento, un problema, un difetto o una gestione di ram e batteria anomala,

Tutto corre, fila liscio, si muove in modo quasi perfetto e la piacevolezza d’uso è paragonabile a qualsiasi altro top gamma. Certo, forse il pensiero di averlo pagato solo 160€ fa passare inosservati alcuni difetti, ma un telefono perfetto esiste davvero?

Internet è immediato, Chrome carica in modo perfetto e qualunque contenuto. Il multitasking viene gestito egregiamente dai 4GB di RAM e sarà davvero ma davvero difficile vedere ricaricamenti di programmi. Il tasto centrale, una volta abituati, è comodossimo e lo desidererete in tutti i vostri device. La batteria infine sorprende con oltre 5 ore di schermo con uso intenso e almeno 50 minuti di telefonate con Dual SIM sempre in 3G e 4G.

Visto che ho parlato di difetti, perchè non elencarli:

Troppi adesivi nella parte posteriore (si possono togliere)Sblocco con lettore di impronte sempre preciso e immediato ma l’animazione di accensione del display è più lenta di qualche decimo rispetto a Honor 8 e OnePlus 3 (vedi video)Taratura dello schermo con firmware Lenovo un po troppo calda sui bianchi. Gli altri due preset non convinconoAudio in chiamata buono ma meno caldo di Honor 8 (siamo sui livelli di OnePlus 3)Fotocamera posteriore bene di giorno, scarsa con poca luceAssenza banda 20 800MHzAssenza, di fabbrica, di Italiano e servizi Google (ma si risolve in poco tempo)Assenza di slot ibrido per microSD (ma ha 64GB interni)

Questi sono i difetti che potrei elencare e che, capirete bene, sono proprio il cercare il pelo nell’uovo considerando il costo del prodotto e le possibili soluzioni ad alcuni di questi “punti negativi” che ho elencato.

Da sottolineare che l’assenza della banda 20 può essere un problema | Smartphone con banda 20 (800 MHz): a cosa serve e cosa bisogna sapere #report | ma il telefono prende comunque con entrambe le sim la rete 3G/LTE e quindi potrete utilizzare una sim 3 Italia e allo stesso tempo navigare in 4G o 3G con una SIM TIM.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *